Al nord si ipoteca di più

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram

La forma del credito ipotecario,  ovvero, il credito ottenuto mediante un mutuo concesso da una banca o da un istituto finanziario (dietro la garanzia del patrimonio immobiliare), è senz’altro uno dei metodi principali di finanziamento nel nostro paese.

In totale in Italia, durante l’anno 2020, il capitale di debito ‘estratto’ dal patrimonio immobiliare, si attesta a circa 78 miliardi di euro, pari al 4,7% del PIL ed il 44% di questo capitale viene reinserito nel medesimo mercato.

Il capitale finanziato con mutui ipotecari, destinato agli immobili nel 2020, è stato immesso nelle otto maggiori città italiane.

Al primo posto troviamo Milano, con il 9,5% di capitale finanziato e 35.745 immobili ipotecati; seguito da Roma con l’8,2% e 25.307 immobili ipotecati.

  • Al terzo posto Torino con 1,3% e 10.068 immobili ipotecati;
  • Al quarto posto Bologna con 1,3% e 6.339 immobili ipotecati;
  • Al quinto posto Firenze con 1,0% e 4.589 immobili ipotecati;
  • Al sesto posto Napoli con 0,8% e 4.401 immobili ipotecati;
  • Al settimo posto Genova con il 0,7% e 6.609 immobili ipotecati;
  • All’ottavo posto Palermo con lo 0,5% e 3.586 immobili ipotecati.

Quello che emerge da questi dati è la sostanziale influenza di Milano e Roma, le quali continuano a tenere le redini delle classifiche per quanto concerne la compra vendita di immobili: anche in questo caso possiedono le maggiori percentuali di capitale in termini di mutui ipotecari.

Inoltre è peculiare notare come quasi la totalità delle città sopracitate, tranne Palermo e Napoli, fanno parte del blocco centro-nord della penisola italiana, confermando che gli italiani di tali città prediligano ipotecare i propri immobili a garanzia dei finanziamenti

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter