Cashback 2021: ecco come funziona

cashback 2021
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

La guida per ottenere il cashback di Stato

Non più straordinario, il cashback di Stato da sperimentale diventa standard e ci accompagnerà fino a metà del 2022. Dopo il Natale, e i problemi di lancio del programma, il nuovo incentivo per i pagamenti elettronici, varato dal governo, è confermato fino al 30 giugno dell’anno prossimo: consentirà di risparmiare il 10% sugli acquisti effettuati con modalità elettroniche.

Se la prima fase del programma Cashback infatti si è chiusa ufficialmente il 31 dicembre e in questi giorni terminerà il conteggio del bonus, ora il Cashback 2021 è entrato nel vivo: è iniziato il primo gennaio 2021 e sarà diviso in tre tranche, della durata di 6 mesi ciascuna, per un rimborso massimo in ogni fase di 150 euro, oltre a concorrere per un super cashback.

Cosa cambia rispetto al cashback di Natale?

A differenza del bonus pensato per sostenere i consumi durante il periodo festivo e quindi favorire l’uso di moneta elettronica per i regali di Natale, e per il quale i rimborsi arriveranno entro febbraio, a partire dal primo gennaio entra a pieno regime il Cashback standard di Stato. Resta stabile la percentuale del rimborso, pari al 10%, sul proprio conto corrente per le spese effettuate con carte e strumenti di pagamento elettronici.

Cambia il rimborso massimo che si potrà ottenere: è di 300€ annui con un tetto di 15€ per ogni singola spesa. Ma si potrà ottenere anche un Super Cashback.Cos’e il super cashback?Dal primo gennaio 2021, oltre al Cashback, c’è anche il Super Cashback, cioè un bonus da 1.500 euro a semestre.

Lo riceveranno i primi 100 mila partecipanti che, dal 1 gennaio 2021 al 30 giugno 2022, per singolo semestre, abbiano totalizzato il maggior numero di transazioni sia con l’app che con le carte.

Quali sono i requisiti per il Cashback e come ottenere il bonus?

Il cashback garantisce un rimborso del 10% su un tetto massimo di spesa di 1.500 euro per gli acquisti fatti a titolo privato e non professionale. Non c’è invece un importo minimo di spesa.

Gli acquisti dovranno essere effettuati con carte di credito o debito, bancomat, pos, bonifici bancari e app come Apple Pay o Satispay. Il massimo rimborso ottenibile è dunque di 300 euro per ogni periodo ossia: 1° semestre dal primo gennaio 2021 al 30 giugno 2021, 2° Semestre dal primo giugno 2021 al 31 dicembre 2021 e 3° Semestre dal primo gennaio 2022 al 30 giugno 2022. I rimborsi non saranno effettuati subito, ma saranno accreditati sull’Iban che viene comunicato al momento dell’iscrizione.

Quante transazioni servono per ottenere il cashback di Stato?

Nel bonus di Natale erano sufficienti 10 transazioni e ora si passa a 50 in un semestre. La spesa massima consentita per ogni transazione sarà di 150 euro, quindi per spese superiori a questa soglia si potranno ottenere comunque al massimo 15 euro di cashback. Il rimborso sarà calcolato subito e accreditato al termine di ciascun periodo direttamente sul conto corrente.

A quel punto il calcolo si azzera e riparte per il periodo successivo. Per essere considerati ai fini del rimborso, gli acquisti dovranno essere effettuati nei negozi fisici e non online. Questa misura serve per assicurare che la misura sostenga le attività locali e che sia uno strumento efficace contro l’evasione (nei negozi fisici si può pagare anche in contanti, mentre per gli acquisti online il pagamento via carta è la regola).

Come si può partecipare al cashback di Stato

L’iscrizione al programma può essere effettuata in ogni momento. Per chi ha già proceduto con l’iscrizione per il cashback di Natale, sarà confermata in automatico e l’app Io inizierà da zero a conteggiare i pagamenti. Per chi invece deve ancora iscriversi, saranno sufficienti poche mosse. È importante ricordare che i partecipanti dovranno essere maggiorenni e residenti in Italia. Lo strumento per partecipare sarà l’app «Io» della pubblica amministrazione. Bisognerà iscriversi al programma utilizzando la carta d’identità elettronica o le credenziali Spid.

Come si combineranno i cashback?

I 150 euro che si potranno ottenere nel mese di dicembre sono una misura ulteriore rispetto ai bonus previsti dal “piano cashback”. Sommando tutte le misure sul tavolo, entro la fine del 2021 si potranno ottenere fino a 3450 euro di rimborsi sulle spese effettuate tramite bancomat o moneta digitale.

Il riepilogo dei bonus

  • 150 euro dal cashback di Natale
  • 300 euro di cashback annuali divisi in 150 euro per ogni tranche semestrali dal 1 gennaio al 30 giugno 2022
  • 3000 euro annui di super cashback in due tranche che si aggiudicheranno i 100.000 cittadini che effettueranno il maggior numero di pagamenti via carta o bancomat nel corso del prossimo anno.

Oltre a queste misure ci sarà una lotteria, con in palio 50 milioni di euro, a cui si potrà partecipare grazie alle ricevute delle proprie spese. Ogni pagamento effettuato con strumenti alternativi al contante sarà considerato come un biglietto per partecipare all’estrazione dei premi in denaro.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter