Cina: il ban definitivo verso le cryptovalute

cina ban crypto
Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram

Dopo le recenti limitazioni contro il mining, la Cina torna a puntare il dito contro i Bitcoin e, più in generale, contro le criptovalute, e questa volta con una mossa drastica.

La People’s Bank of China, (Pboc) ha definito illegali tutte le transazioni e le attività in valuta digitale. D’ora in poi è dunque praticamente vietato far circolare monete virtuale sul mercato cinese.

Prosegue la nota Banca centrale cinese “scambi e transazioni in valuta virtuale sono definite “attività finanziarie illegali, tutte le criptovalute, inclusi Bitcoin e Tether, non sono valuta legale e non possono essere circolate sul mercato

In altre parole in Cina l’utilizzo di qualsiasi servizio di scambio di cryptovalute che preveda un intermediario è vietato, anche qualora questo intermediario sia estero. È importante sottolineare come gli exchange esteri sono molto utilizzati dai cinesi per scambiare cryptovalute.

Nel comunicato è poi stato spiegato che verrà anche rafforzato il controllo degli istituti di credito e delle società di pagamento, per impedire loro di facilitare il commercio di cryptovalute.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter