Cina riprende le redini dell’export

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Quando tutto il mondo sembra essere letteralmente ‘bloccato’ per via della mancanza dei processori, ecco che il leader asiatico riprende forza per tornare alla ribalta!

Non è il Giappone e neanche la Corea del Sud, né Taiwan né Singapore. E’ sempre lei, la regina indiscussa dell’export (non sempre di qualità): la Cina.

Le esportazioni internazionali cinesi sono infatti cresciute a dismisura negli ultimi mesi, con il picco proprio nel mese di ottobre ed è subito un indicatore di forza che fa salire le borse cinesi e la moneta. Gli ultimi dati raccolti provengono anche e curiosamente dal Messico, uno dei maggiori importatori di prodotti cinesi nel continente americano: la SAT infatti, l’amministrazione generale delle dogane messicane, indica che nel mese scorso, le esportazioni tra la Cina ed il resto del mondo, hanno raggiunto un valore complessivo di circa 3,40 bilioni di Yuan, ovvero 451 miliardi di euro. Le esportazioni del gigante asiatico sono aumentate infatti di circa il 20,3% rispetto allo stesso mese del 2020.

Questi dati sono una delle dirette conseguenze della ripresa economica, a livello mondiale, dovuta all’aumento dei vaccinati nel mondo e quindi alla riduzione di casi da Covid-19. Seppur l’inverno sia alle porte ed i casi di Coronavirus, come siamo stati abituati negli ultimi due anni, sono destinati a salire, la preoccupazione generale sembrerebbe esser diminuita notevolmente, dando uno scossone importante alla situazione commerciale.

Il blocco delle frontiere sta finalmente giungendo al termine: i paesi sono pronti a ripartire da tutti i punti di vista e la Cina  sembrerebbe non essere ancora un paese in secondo piano. Non solo prodotti di scarsa qualità: la Cina, al contrario di tutti gli altri paesi al mondo, sta rendendo molto bene dal punto di vista delle vendite commerciali dei veicoli. La crisi dei processori ha sicuramente ridotto in modo drastico le vendite ma è proprio la Cina ad avere la meglio per quanto concerne le esportazioni di veicoli a ‘nuova energia’, vendite che, nei primi 10 mesi del 2021

La Cina non frena neanche davanti all’impennata continua del petrolio: secondo te riuscirà a riprendere lo scettro del paese con maggior esportazioni? Facci sapere la tua opinione nei commenti!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter