Come aumentare la produttività: ecco i consigli che devi sapere

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

 

Ogni giorno abbiamo a disposizione 86’400 secondi e tutto questo tempo non è mai abbastanza. Ti capita mai di essere sommerso dalle cose da fare e non sapere come uscirne? Aumentare la propria produttività sul lavoro è essenziale, ci permette di risparmiare un tantissimo tempo, avendo più tempo per noi stessi e per le nostre passioni

Come aumentare la produttività

Aumentare la propria produttività sul lavoro è un cambiamento che richiede tempo e dedizione. Non credere di poter diventare un genio della produttività da oggi a domani leggendo qualche libro trovato su internet. È un lavoro complesso, ma con un po’ di impegno ognuno di noi può migliorare il proprio lavoro e le proprie abitudini.

La produttività di ogni persona è differente, come sono differenti le proprie abitudini. Ognuno di noi è differente, i consigli che troverai in questo articolo non sono universali, quindi prova, sperimenta e trova la routine più adatta a te

 

Principio di Pareto

Il 20 % delle cause, provoca l’80% degli effetti

Ma cosa significa questa frase? Il 20% dei proprio sforzi causa l’80% dei risultati, quindi il restante 80% provocherà solo il 20% dei risultati.

È fondamentale, quindi, scovare quel 20% di azioni che causa l’80% dei risultati, così facendo otterremo molto, con un piccolo sforzo. In parole povere, focalizzati sulle cose importanti, dimenticati di quelle attività che ti porteranno risultati quasi nulli.

Fissati degli obiettivi e suddividili

Fissare degli obiettivi è essenziale, dobbiamo sempre sapere cosa stiamo facendo, perché lo stiamo facendo e dove dobbiamo arrivare.

Può essere d’aiuto fissare degli obiettivi annuali e scomporli in task più piccoli, come mensili, settimanali e giornalieri.

Per esempio, vogliamo risparmiare 1000€ in un anno? Dovremmo risparmiare 83€ al mese, che sono meno di 3€ al giorno.

Ecco come un obiettivo che sembra essere irraggiungibile, del quale non sappiamo da dove iniziare, si trasforma in uno estremamente semplice e definito, facile da controllare e da verificare.

Concentrati per 20 minuti almeno

Durante il lavoro il nostro cervello ha bisogno di un po’ di tempo per lavorare a pieno regime e aumentare la produttività, questo tempo varia da persona a persona, solitamente va dai 10 ai 20 minuti. Durante questo tempo è essenziale mantenere la concentrazione ed evitare distrazioni. Una semplice notifica può farci perdere la concentrazione e il processo riparte da zero.

Fai piccole pause

Abbiamo appena detto che il nostro cervello ha bisogno di tempo per “ingranare”, tuttavia è sconsigliato lavorare / studiare per più di 40-50 minuti, in quanto, dopo questo tempo il cervello fatica a memorizzare informazioni e lavora più lentamente.

È importante, dopo questo tempo, fare delle piccole pause di 5-10 minuti dove stacchiamo la mente dal lavoro o dallo studio e riposiamo. In questi minuti è essenziale non fare altre attività che richiedono un alto livello di concentrazione, questo provocherà un ulteriore affaticamento della mente. Riposati, ascolta musica, sdraiati, esci a respirare un po’ di aria fresca, fai ciò che ti rilassa.

Come abbiamo già detto, queste regole non sono universali, sperimenta e fai questi consigli tuoi, solo così potrai trarne beneficio.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter