Come investire 1000€ in crypto

investire in crypto
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

L’interesse per le cryptovalute sta aumentando e sempre più persone si stanno avvicinando a questo settore. Se sei tra queste leggi bene questo articolo, potresti trovare spunti interessanti. È importante ricordare che questi non sono consigli finanziari, ognuno è responsabile del proprio capitale.

Come in ogni investimento ogni portafoglio è differente dagli altri, non si può definire una regola che vada bene per tutti, però si possono definire diverse linee guida che possono indirizzare verso l’investimento migliore.

Esposizione al rischio

Uno dei parametri più importanti da considerare in ogni investimento è l’esposizione al rischio. Più una persona è disposta a rischiare i propri fondi, più si può puntare a rendimenti alti. È importante sottolineare che un rischio maggiore porta un rendimento più alto, ma anche una più alta probabilità di perdere i propri fondi.

Durante questo articolo parleremo di investimenti a medio/alto rischio, in quanto la maggior parte delle persone che vuole investire un capitale di 1000€ in crypto non sta cercando un modo per salvaguardare il proprio capitale, ma un investimento che possa aumentare di molto il capitale iniziale.

Si chiama asimmetria rischio – rendimento, l’obiettivo è quello di trovare l’investimento che, nel caso peggiore, azzera il mio capitale, nel caso migliore invece, aumenterà il mio capitale a dismisura.

Investi in DeFi

Il primo metodo che analizziamo è l’investimento in DeFi, (se non sai cos’è la DeFi CLICCA QUI)

È importante andare a selezionare quelle piattaforme che sono utilizzabili con pochi costi di transazione, in quanto spendere 50/100€ a transazione prosciuga il nostro piccolo capitale e non è redditizio. A questo proposito parleremo di piattaforme come PancakeSwap che può essere utilizzata con la Binance Smart Chain riducendo nettamente i costi.

Anche in questo metodo di guadagno si possono distinguere diverse esposizioni al rischio. Su queste piattaforme è possibile prestare liquidità per generare interessi. In particolare partecipando a pool di stable coin si può ottenere un rendimento del 8-10%, mentre pool di altre monete hanno rendimenti nettamente più alti ma espongono il portafoglio alla volatilità delle monete stesse.

Su PancakeSwap, inoltre, i rendimenti generati vengono “pagati” in CAKE (il token della piattaforma) il quale è soggetto a fluttuazione, più la piattaforma cresce, più il prezzo del token dovrebbe salire, portando un ulteriore guadagno.

Inoltre i CAKE guadagnati possono essere messi ulteriormente in stake per ottenere ulteriori guadagni.

Investi direttamente in cryto

Investire direttamente in crypto è il metodo più utilizzato e consiste semplicemente nel crearsi un buon portafoglio.

In questa fase è importante puntare su quelle monete a minor rischio. Bitcoin deve essere la moneta predominante nel nostro portafoglio, possono seguire monete ad alta capitalizzazione come ETH, BNB, ADA ma in percentuali minori rispetto a BTC.

È inoltre possibile puntare su poche monete a bassa capitalizzazione le quali alzano il rischio totale, ma allo stesso tempo possono portare a rendimenti molto alti. Il capitale investito in queste poche monete deve essere molto piccolo, in quanto la probabilità che queste monete vadano a zero è estremamente alta, tuttavia se dovessero aumentare di valore aver investito anche solo 20€ in una di queste potrebbe fare la differenza.

Sul nostro blog inoltre trovi diversi articoli su come investire in Bitcoin.

Facci sapere nei commenti quale di questi due metodi utilizzi, se ne conosci scrivili qui sotto, così che tutti possano beneficiarne.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Potrebbe interessarti anche:

2 thoughts on “Come investire 1000€ in crypto”

  1. Perché Bitcoin deve essere predominante?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter