Ecco i migliori investimenti post-covid19

consigli di investimento
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Tiriamo le somme: il 2020 è stato l’anno più critico della storia contemporanea e per ‘critico’ s’intende sia a livello economico che sociale. Gli investitori durante l’anno scorso si sono ritrovati in balia degli eventi, dovendo cercar di prevedere scenari che però non si verificavano mai o tirarsi indietro aspettando il ‘calmarsi delle acque’. Molti degli investitori sono fiduciosi e credono che il 2021 sarà un anno di forte crescita, sotto tutti i punti, sicuramente paragonato all’anno precedente: anche se l’anno è giunto al termine, il processo di vaccinazione di miliardi di persone richiederà tempo e dovremo necessariamente vivere con gli effetti economici a lungo termine delle serrate per molti anni ancora.

Oltre alla forte crescita economica che riguarderà l’intero pianeta, dovrebbe inoltre corrispondere un miglioramento dell’andamento dell’occupazione e un aumento della fiducia dei consumatori: questo tipo di movimento dovrebbe fornire un forte sostegno ai mercati azionari, traendo spinta anche dall’ottimismo di alcune aree geografiche come quella dell’Asia e del Pacifico.

L’euro e l’europa

In questo ottimismo generale, che come appena detto interesserà principalmente le suddette aree geografiche, vedremo un persistere di tassi di interesse molto bassi nei mercati, aumentando così l’offerta della moneta. Questo potrebbe, col passare dei mesi, portare però a preoccupazioni sull’inflazione. Basandosi su tale opinione è interessante notare come proprio in questi giorni, il Presidente Mario Draghi abbia affermato che l’inflazione sarà uno dei punti focali della crisi che interesserà gli anni a venire, in particolar modo nel 2021, colpendo in particolare l’eurozona.

Le persone saranno colpite da un senso di sollievo generale, coscienti del fatto che il danno economico del COVID-19 non si prolungherà ulteriormente, causando una spinta nella crescita economica a livello planetario. Conseguentemente ci si aspetta che gli investitori dispieghino maggior quantità di riserve di liquidità accumulate, in quanto molti dei quali hanno cercato asset difensivi durante il periodo marzo-ottobre 2020.

Le migliori opportunità

E’ importante quindi ricercare quelle che sono alcune delle opportunità più promettenti nel panorama azionario. Jason Pidcock, Head of Strategy, di Jupiter AM ha analizzato a fondo la situazione contemporanea e ha dichiarato che egli stesso è sempre alla ricerca delle migliori società su cui investire nei periodi più difficili: significa quindi identificare quelle che hanno un modello di business promettente con una gestione del ‘buon senso’, ambiziosa e capace. Secondo Pidcock infatti, è importante ricercare bilanci solidi per finanziare gli investimenti e i flussi di dividendi sostenibili, nella fattispecie ha identificato tre settori della regione Asia-Pacifico che si distinguono tra gli altri proprio perché capaci di cogliere i rialzi dei mercati in forte crescita e perché offrono protezione contro i rischi derivanti dall’aumento dell’inflazione:

  • Società con asset fisici (capaci di ottenere un repricing favorevole) tra queste le società immobiliarie o di materie prime;
  • Società incentrate sul consumatore come quelle della vendita diretta (in particolare nel settore del food&beverage e in quello dell’health&hygiene;
  • Società industriali e tecnologiche con bilanci solidi, dalla comprovata capacità di innovazione e rigore nell’utilizzo del capitale.

In conclusione, questi sono alcuni spunti per un investimento favorevole nel 2021. Gli animi sembrerebbero avere un ottimismo generalizzato, spinto da alcuni fattori maturati negli ultimi mesi, tra cui quello più importante: la campagna di vaccinazione. La nostra raccomandazione è comunque quella di effettuare un investimento consapevole e attento, ricordandosi che si investe in un periodo molto difficile da prevedere, ancor più di quanto già non sia nei periodi normali. I mercati hanno la tendenza a quotare le attività con un occhio al futuro piuttosto che al presente, quindi gli investitori che desiderano cogliere il rimbalzo post-Covid farebbero bene a non aspettare troppo a lungo prima di rientrare in gioco.

Se vuoi avere altre notizie inerenti al mondo degli investimenti, rimani aggiornato tramite la nostra newsletter!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Potrebbe interessarti anche:

One thought on “Ecco i migliori investimenti post-covid19”

  1. Personalmente attuo due strategie: dollar cost avarage su etf world, gold, emerging market debt ed equity e reits (con importi differenti),e con approccio dinamico in caso di ribassi mensili superiori al 10%.

    Strategia attendista con ordini a ribasso su azioni singole, che hanno prospettive di crescita interessanti, storie di ristrutturazione o con elevati cash flow.

    Sell o Hold di azioni comprate nel 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter