El Salvador adotta Bitcoin: il primo passo verso l’accettazione di massa.

el salvador bitcoin
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

El Salvador diventa il primo Paese al mondo a legalizzare il Bitcoin riconoscendolo come valuta avente corso legale. Il presidente ha affermato che il governo ha fatto la storia e che la mossa renderebbe più facile per i salvadoregni che vivono all’estero inviare denaro a casa.

Cosa significa valuta a corso legale?

Dare corso legale a una valuta significa renderne obbligatoria l’accettazione come mezzo di pagamento. La legge approvata contiene questa imposizione, pur escludendo chi non abbia accesso alla tecnologia necessaria per accettare criptovaluta. Prevede poi che tutti i debiti espressi in dollari ancora in sospeso possano essere saldati in bitcoin e dà la possibilità ai contribuenti di pagare le tasse in bitcoin. Inoltre, sancisce che il prezzo di qualsiasi prodotto o servizio possa essere espresso in bitcoin, il che renderà la criptovaluta un’unità di conto ufficiale nel paese (anche se, data la forte volatilità corrente del prezzo del bitcoin nei confronti del dollaro, al momento è difficile che qualsiasi commerciante voglia prezzare i propri prodotti in criptovaluta).

Perchè Bitcoin?

In El Salvador circa il 70% delle persone non ha conti bancari o carte di credito, che le rimesse dei suoi connazionali dall’estero rappresentano oltre il 20% del PIL e che i tradizionali sistemi di trasferimento internazionale di denaro prevedono commissioni anche oltre il 10% dell’ammontare della cifra trasferita.

“Rendere il Bitcoin una valuta legale è un balzo che può aiutare Paesi come El Salvador a passare da un’economia prevalentemente basata sui contanti a un’economia digitale innovativa, inclusiva e trasparente in cui il conto bancario diventa lo smartphone”

El Salvador d’altronde continua ad essere un paese di emigranti. Tutti scappano dalla povertà, dalla disoccupazione e dalla violenza delle bande, nonché dalla percezione che il governo del presidente degli Stati Uniti Joe Biden sia più accogliente nei confronti di chi cerca fortuna rispetto a quello del suo predecessore. Il tasso di omicidi è diminuito lo scorso anno, ma rimane circa quattro volte quello degli Stati Uniti. Non proprio un posto dove andare serenamente in vacanza.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter