Facebook ha creato la sua criptomoneta: Ecco le ultime news

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

La notizia non è recente: infatti, è da ben due anni che l’azienda americana Facebook starebbe lavorando alla creazione di una nuova criptomoneta.

Come nasce Libra

Il progetto nasce nel 2019 con notevoli aspettative da parte dei vertici dell’azienda e le danno il nome ‘Libra’. Purtroppo, il progetto suscita molta polemica in tutto il mondo, in particolare gli esperti di criptomonete hanno sostenuto negli ultimi due anni che Libra sarebbe stata unicamente una ‘bolla’ finanziaria, così come si suppone del Dogecoin, nonché la cripto realizzata dall’imprenditore Elon Musk.

Il cambio di identità

Durante questi anni, Facebook ha di conseguenza diminuito la propria leadership nel progetto Libra, sia per via delle critiche sopracitate, sia perché il social network è passata dall’essere l’azienda più importante del progetto ad avere un ruolo marginale tra le 26 aziende che ne fanno parte. Nel momento più critico, Facebook e le altre società operanti nel progetto, decisero di cambiare il nome da Libra a Diem, per avere maggiori benefici in ambito internazionale. Numerose aziende che inizialmente facevano parte del progetto si sono ‘tirate fuori’ negli ultimi due anni, tra queste troviamo: Vodafone, PayPal, eBay, Visa, Mastercard, Stripe e Booking Holdings, mentre quelle più importanti rimaste sono Facebook, Uber, Lyft e Spotify.

Le ultime indiscrezioni però confermerebbero alcune novità sulla criptomoneta: in particolare le notevoli modifiche sul piano finanziario, trasferendo il centro operativo dalla Svizzera agli Stati Uniti. Cambiamenti importanti che hanno come obiettivo l’inserimento di Diem tra le criptomonete più utilizzate. Le 26 aziende operanti nel progetto hanno rivelato una sorta di ‘cambio strategico’ per concentrarsi maggiormente nel mercato americano, anziché quello europeo. Il nuovo centro operativo avrà sede a Washington, nella capitale del paese e il progetto avrà come banca associata la Silvergate, per far sì che la criptomoneta sia vincolata al dollaro nel futuro, facendo conseguentemente parte delle più conosciute ‘stablecoins’.

Altro cambiamento importante rispetto all’inizio del progetto: nel 2019 infatti il progetto era nato con l’intenzione di non dipendere da nessuna valuta monetaria precisa ma che fosse una criptomoneta fondata su depositi bancari e sui debiti economici di alcuni paesi. L’intenzione quindi di essere legata unicamente al dollaro cambia totalmente l’asset iniziale e il destino del progetto.

Diem sarà registrata come società di servizi monetario-finanziario presso il governo degli Stati Uniti d’America e permetterà trasferenze immediate tra privati attraverso un sistema basato nella blockchain, nella quale operano d’altronde la maggior parte delle criptomonete esistenti.

Tu cosa ne pensi di questo progetto? Credi che Diem riuscirà ad entrare nella lista delle criptomonete con il market cap più alto? Facci sapere cosa ne pensi nei commenti!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter