Google primeggia tra le aziende green

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Tutti i giorni passiamo ore su Google.

Non importa quale strumenti utilizziamo per navigare sul più grande ed importante motore di ricerca al mondo: quando apriamo la pagina principale www.google.it, proprio nella sezione più in basso della pagina, sotto il logo e al barra di ricerca, troviamo una piccola e peculiare sezione denominata ‘Carbon Neutral dal 2007’, ci avete mai fatto caso?

Cliccando sulla scritta, ci si apriranno una serie di pagine che descriveranno i passi in avanti fatti proprio dall’azienda fondata da Larry Page negli Usa.

Nata nel 1998, dopo circa dieci anni, l’azienda è diventata carbon neutral. Carbon neutral è un termine utilizzato, come suggerisce la parola stessa, per indicare ‘zero emissioni’, in questo caso indicando le emissioni di CO2, ma generalmente esteso anche a tutti gli altri tipi di gass serra. Dopo circa 20 anni dalla fondazione invece, è diventata la prima azienda al mondo ad utilizzare solo ed esclusivamente energie pulite e rinnovabili.

Entro il 2030 l’azienda si è prefissata l’obiettivo di eliminare completare le emissioni di CO2, non solo dalle proprio operazioni, ma anche da quelle dei partner con le quali collabora.

Google, non è però l’unica multinazionale ad aver abbassato notevolmente i propri indici di inquinamento atmosferico. Tra le più grandi multinazionali impegnate in questo senso troviamo Apple, HP, Lenovo, Dell, Microsoft tra le altre.

Apple in particolare viene denominata come l’azienda più green tra le grandi aziende tech del settore: l’azienda di Cupertino ha da molti anni a questa parte adottato questa tipologia di politica. I clienti ad oggi sono più attratti dalle iniziative green perché rappresentano motivo di orgoglio, l’impegno non solo nei prodotti che si realizzano o i servizi che si offrono, ma anche in tutto il background che concerne la progettazione, realizzazione e distribuzione degli stessi.

E te lo sapevi? Clicca qui per avere maggiori informazioni sull’impegno di questa azienda nel diventare una ‘green star’.

Cosa ne pensi? Credi che anche le altre aziende raggiungeranno questi obiettivi nel futuro? Faccelo sapere nei commenti!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter