I lavori piu’ ricercati dopo la pandemia da covid-19

Lavori più ricercati
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

L’economia si è trasformata, così come è cambiato anche il nostro modo di vedere il lavoro. In alcuni dei nostri articoli più recenti, abbiamo trattato il mondo delle big tech e di come esse stiano rivoluzionando il sistema lavorativo, impulsando la digitalizzazione, eppure, nonostante il lavoro del futuro, sembrerebbe essere per molti aspetti, unicamente sul web o tramite smart working, molti dei lavori più richiesti dopo la pandemia, sono più fisici che mai.

Non solo informatica quindi: dalla sanità all’edilizia, in questo articolo scopriremo quali sono i lavori più richiesti dopo la pandemia da Covid-19.

Un dato però da tenere in considerazione, prima di analizzare i posti di lavoro attualmente più richiesti nell’economia italiana, bisogna purtroppo puntualizzare, quando nonostante siano richieste in modo particolare queste tipologie di lavoro, il lavoro in Italia sia notevolmente calato rispetto agli anni precedenti. Secondo i dati più recenti, le assunzioni sarebbero scese del 36% rispetto al 2019. Attualmente, grazie al nuovo governo Draghi, si starebbe pensando ad un piano attuabile di nuove assunzioni, indirizzate soprattutto al mondo dell’edilizia: l’obiettivo sarebbe quello di creare centinaia di migliaia di posti di lavoro nei prossimi anni, sbloccando un totale di 300.000 assunzioni. Questo sarà reso possibile dal decreto sblocca cantieri, un decreto che faciliterà la ripresa di numeri cantieri in Italia, messi in piedi da investimenti miliardari, ma che al giorno d’oggi non sono ancora stati conclusi.

Nonostante questo però il nostro paese è spinto dalla voglia di lavorare dei giovani e dalla voglia di ‘rifarsi’ dei più grandi, che nel 2020, hanno purtroppo perso il lavoro.

Tra le figure più ricercate vi troviamo sicuramente quelle sanitarie: il mondo della salute italiana ha aumentato il suo bacino di lavoratori del ben 6.3% rispetto agli anni precedenti, in particolare, i lavoratori più richiesti sono: medici (40.5%), infermieri specializzati (35.3%), ‘tecnici della salute’ (18%), figure specializzate in igienizzazione e pulizia dei locali e strumenti medici (Operatori Socio Sanitari, 6%).

Le 10 figure professionali più ricercate che non appartengono al mondo sanitario/medico troviamo:

Ecco le 10 figure professionali più ricercate

  1. Software engineer e Java software engineer;
  2. Analista software;
  3. Sistemista/tecnico di rete;
  4. Operai settore logistico
  5. Responsabile vendite;
  6. Specialista commerciale/analista vendite;
  7. Tecnico commerciale estero/export manager
  8. Operai edili
  9. Operai settore chimico/metallurgico
  10. Ingegneri elettrotecnici

In particolare, il settore logistico, non si è mai fermato negli ultimi anni ed in particolare nei mesi focali della pandemia. A differenza di tutti gli altri settori, il settore logistico, alimentare e informatico, sono stati gli unici a non subire arresti considerevoli dovuto alla pandemia, ma anzi, hanno spesso aumentato la loro mole di lavoro se non duplicato. E’ un dato molto interessante perché permette a molti giovani di trovare lavoro, seppur essi non abbiano specializzazioni particolari.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter