Il segreto di Casavo. L’app che ti compra e ristruttura casa in un mese

casavo ristruttura casa
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Come fare soldi vendendo e comprando case in Italia

L’acquisto e la vendita delle case può essere un affare anche in Italia. Casavo, la start-up italiana che compra appartamenti in giro per il Paese e li ristruttura per venderli, lo dimostra. Nata nel 2017, l’impresa che punta ad abbattere i tempi per la vendita degli immobili, in poco più di tre anni ha già realizzato più di mille operazioni per oltre 300 milioni di euro ed è riuscita a chiudere almeno due round di finanziamento da venture capital per decine di milioni di euro. Una realtà in crescita, che ha ottenuto il sostegno di investitori che in passato hanno sposato progetti come Deliveroo, e ha anche portato avanti delle acquisizioni per affrontare i cambiamenti nel mercato generati dalla pandemia: nel settembre 2020 infatti Casavo ha acquistato Realisti.co, una start up che organizza le visite immobiliari virtuali. La crescita è data dall’ampliamento delle città dove opera e dal lancio di una propria piattaforma di annunci.

Come funziona Casavo

Casavo è un instant buyer, cioè i proprietari di casa che si rivolgono alla società online potranno vedere il proprio immobile acquistato direttamente dalla società. La modalità più immediata di azione è piuttosto semplice: il proprietario può ottenere una prima immediata valutazione della casa via web grazie all’esame dei parametri individuati da Casavo (sono circa 70). In meno di un minuto si può ricevere sulla propria email la prima stima del prezzo che si può ottenere. A questo punto si può procedere chiedendo a Casavo se sono interessati a fare un’offerta: in questo caso la risposta arriva in 24 ore e l’azienda proporrà poi un sopralluogo gratuito dell’appartamento da fare entro una settimana. Completata questa fase Casavo può fare una proposta d’acquisto e se il prezzo è giudicato congruo dal proprietario si fissa un appuntamento dal notaio e si procede con la vendita. La start-up sostiene di far risparmiare circa 6 mesi di tempo a chi vuole vendere.

Come guadagna Casavo

La prima cosa da sapere è che il sito propone una valutazione, in linea con quelle del mercato, ma l’offerta di acquisto è solitamente inferiore dell’8% rispetto al prezzo di mercato. Non è su questo margine però che si fonda il vero business di Casavo: oltre ad acquistare più rapidamente degli altri, Casavo punta poi a vendere a un prezzo maggiore di quello di mercato attraverso a ristrutturazioni che migliorino il livello dell’appartamento. Secondo i numeri diffusi dall’azienda dal 2018 a oggi sono oltre 2mila e un migliaio le agenzie immobiliari che hanno almeno ricevuto un’offerta da Casavo, con un totale di commissioni ricevute di oltre 3,5 milioni di euro.

La strategia di finanziamento

Un business come quello di Casavo ha bisogno di grande liquidità: l’acquisto e la rivendita di immobili, residenziali ma non prima casa, ha tasse e costi piuttosto elevati, cui vanno aggiunti gli investimenti per la ristrutturazione e l’incertezza di un’immediata successiva cessione dell’appartamento comprato. Per questo, come abbiamo spiegato, in questi anni Casavo ha chiesto e ottenuto investimenti di venture capital, ma anche di debito in almeno un paio di round. Una regola del progetto però si basa anche sulla collaborazione con le tradizionali agenzie immobiliari. “Non puntiamo a grandi marginalità, ma a grossi volumi” ha spiegato più volte il fondatore e Ceo di Casavo, Giorgio Tinacci. La valorizzazione però passa dal marketing e per questo al team di 175 persone si aggiunge una rete costituita da più di 2500 agenzie immobiliari.

I numeri di Casavo

La società ha, appunto, un team di 175 persone e al suo network hanno aderito più di 2500 agenzie immobiliari. Sempre secondo i dati diffusi da Casavo sono oltre 1.100 le operazioni immobiliari, finora realizzate per un valore che supera i 300 milioni di euro. Mentre il valore economico generato verso terze parti è stato, nel 2020, di oltre 16 milioni di euro (mentre dal 2018, il primo anno di piena operatività, a oggi la cifra è di 28.131.440 euro).

Nel 2020 quasi 30mila persone hanno la valutazione della casa e 338mila, solo tra aprile e dicembre, si sono collegate alla piattaforma (che ha registrato una crescita media mensile di utenti pari al 233% e una crescita media mensile dell’offerta sulla piattaforma di annunci del 300%) per cercare un appartamento.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter