In italia spendiamo 320 mln di euro in abbonamenti online: ecco quali

abbonamenti
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Internet ha portato con sé numerosi cambiamenti, sia dal punto di vista dell’informazione che dell’intrattenimento. Se da una parte, internet, ci ha permessi di risparmiare in molti degli aspetti quotidiani della vita, dall’altra però ci ha indirizzati in un’epoca maggiormente consumista, dove gli individui, avendo accesso a maggiori informazioni, sono più propensi a volerne ottenere il maggior numero. Nel caso del web però, il sapere, così come l’intrattenimento vanno ricercati e distinti, per via dell’impressionante quantità di contenuti presenti. Tra le milioni di pagine in rete però ci sono alcune piattaforme e siti che sono riusciti, nel corso degli anni, a distinguersi per qualità e per fama, raggiungendo numeri ed incassi particolarmente elevati, rispetto alla concorrenza.

Non ci stiamo soffermando su dei siti specifici ma in generale, vi sono alcuni più cliccati di altri, siano essi Social Networks, siti di streaming, quotidiani online ecc.. Molti di questi, inizialmente gratuiti, sono man mano divenuti a pagamento e così sono aumentati anche i numeri degli abbonamenti. Nell’attualità sono migliaia i siti che offrono i propri servizi sotto forma di abbonamenti, siano essi settimanali, mensili o annuali.

Alcuni abbonamenti possono essere molto utili e rilevanti, i quali possono intrattenerci, dandoci una buona esperienza al giusto prezzo, mentre altri sono superflui, dandoci in alcuni casi, esperienze mediocri, le quali influiscono negativamente le nostre finanze. Sono molte le persone inoltre che attivano abbonamenti (i quali processi di attivazione sono divenuti sempre più veloci) senza però usufruirne o usufruirne per brevi periodi di tempo, senza compensare il prezzo pagato.

Quali sono gli abbonamenti piu’ attivati?

Ecco una lista quindi dei servizi di abbonamento più attivati dagli italiani e i rispettivi prezzi. Attualmente sono milioni gli italiani che mensilmente pagano abbonamenti per ogni tipologia di servizio online:

  1. Al primo posto Spotify, il servizio di streaming musicale più famoso al mondo, con circa 9 milioni di utenti attivi in Italia. Il prezzo dell’abbonamento più acquistato è di 9,99 euro/mese e ci permette di ascoltare illimitatamente il catalogo di Spotify. Facendo una stima, il guadagno mensile di Spotify, grazie agli italiani, dovrebbe aggirarsi intorno ai 90 milioni di euro
  2. Al secondo posto, Netflix, il quale non ha bisogno di presentazioni, conta circa 4 milioni di utenti. Il servizio, in Italia, ha prezzi mensili che vanno dai 7,99 euro ai 15,99, variando la qualità dello streaming e il numero di dispositivi associati. Tenendo conto che un gran numero di persone condivide questa tipologia di abbonamenti. Facendo una stima, Netflix ha un guadagno MEDIO in Italia, di circa 32 milioni di euro mensili: ovvero l’abbonamento intermedio di 7,99 euro moltiplicato per i 4 milioni di utenti.
  3. Al terzo posto Apple Music con circa 3 milioni di utenti. L’abbonamento singolo costa 9,99 euro/mese il quale intuisce un guadagno approssimativo di 30 milioni di euro.
  4. Al quarto posto troviamo Amazon Prime: è il servizio che offre Amazon, molto simile a Netflix. Al contrario di Netflix però Amazon Prime ha anche dei servizi aggiuntivi, i quali sono tutti compresi nel canone mensile di 3,99 euro o in quello annuale di 36 euro. Gli utenti attivi sono circa 2,4 milioni, in Italia, con una stima di guadagno derivante dagli abbonamenti mensili di 9.6 milioni di euro/mese.
  5. Il quinto posto è per Tim Vision, la piattaforma streaming italiana, del gruppo TIM: conta attualmente con 2,05 milioni di utenti e propone diverse tipologie di abbonamento. L’abbonamento standard costa 6,99 euro/mese. La stima degli incassi ottenuti mensilmente è di circa 14 milioni di euro. Sul sito troviamo inoltre altre ottime offerte di abbonamenti, i quali racchiudono anche altri servizi di streaming quali Netflix o Disney+.
  6. Al sesto posto, il servizio di streaming sportivo più famoso in Italia, DAZN, con circa 1.6 milioni di utenti attivi. La piattaforma è tra le più care, offrendo diversi abbonamenti con prezzi differenti a seconda delle promozioni. Facendo una stima però e scegliendo l’abbonamento intermedio di 19,99 euro al mese, il guadagno mensile con gli abbonamenti di DAZN, dovrebbe aggirarsi ai 31 milioni di euro, quasi quanto Netflix!
  7. Al settimo posto la piattaforma proprietaria di Mediaset, Mediaset Infinity, la quale oltre a offrire un catalogo di film e serie tv, propone il palinsesto Mediaset e oltre 100 partite di calcio. Gli utenti attivi sono attualmente 1,28 milioni in Italia e con un prezzo medio di 7,99 euro/mese, il guadagno dovrebbe essere di circa 10 milioni di euro.
  8. All’ultimo posto di questa classifica troviamo la neo-entrata Disney+, con circa 1 milioni di iscritti attuali in Italia. Il prezzo medio dell’abbonamento è di 8,99 euro/mese, il quale fa salire a circa 9 milioni di euro i guadagni mensili della piattaforma nel nostro paese.

La lista potrebbe continuare per ancora molte posizioni data l’incredibile quantità di abbonamenti che possiamo acquistare su internet. Vale la pena attivare più di uno di questi abbonamenti? A quanto ammonta la spesa complessiva media in Italia rispetto a tali abbonamenti? Lo scopriremo insieme nei prossimi articoli!

Lasciaci un commento dicendoci la tua opinione rispetto a questa tipologia di abbonamenti, indicandoci quali acquisti mensilmente!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter