Prezzi degli orologi alle stelle: una bolla che sta per esplodere?

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram

In questi giorni i negozi di orologi sono stati presi d’assalto. Un caso particolare è quanto avvenuto sabato 26 marzo in numerosi punti vendita Swatch, la famosa azienda svizzera operante nel settore dell’orologeria dal 1983 che ha visto numerosi acquirenti mettersi in coda sin dalle prime ore dell’alba con l’obiettivo di accaparrarsi il nuovissmo ‘MoonSwatch’, frutto della collaborazione tra i due marchi del medesimo gruppo Omega x Swatch. L’orologio SpeedMaster MoonSwatch è la rivisitazione del famoso Speedmaster, l’iconico prodotto Omega prodotto a partire dal1969.

La folla è completamente impazzita dopo il lancio del nuovo MoonSwatch: lunghe code nelle principali città italiane ed estere, con ore di attesa davanti ai negozi, ove in alcuni casi sono dovuti anche intervenire le forze dell’ordine per evitare assembramenti e disordini.

La peculiarità di quanto successo è che i prodotti messi in vendita erano stati esplicitamente immessi sul mercato come NON limitati, quindi prodotti che sarebbero stato disponibili in grandi quantità ma unicamente vendibili in negozio (momentaneamente) e con il limite d’acquisto di una unità per singolo cliente. Inoltre il prezzo contenuto di 250 euro ha creato molta aspettativa negli appassionati, generando hype in tutto il mondo.

La strategia ha riscosso molto successo e dopo poche ore il recell dei nuovi MoonSwatch ha fatto raggiunto prezzi da capogiro: sul web, gli stessi orologi hanno raggiunto i 1500-2000 dollari.

Questi eventi si ripetono sempre più e riguardano vari brand di lusso dell’orologeria quali per esempio Patek Philippe, Rolex, Audemars Piguet ecc. Questi marchi hanno visto schizzare i prezzi dei propri prodotti negli ultimi 3 anni e le motivazioni principali sembrerebbero essere le seguenti:

  • Gli orologi come ‘bene rifugio’: il trend di pensiero che gli orologi di lusso o limited edition non si svalutino ma al contrario aumentino il proprio prezzo nel tempo. Gli orologi vengono quindi visti come oggetti su cui investire parte del proprio capitale con la credenza che questi non perdano valore nel tempo e che anzi possano essere ri-convertiti in denaro in momenti di necessità o semplicemente realizzarne del profitto con la vendita.
  • I social network hanno facilitato la sponsorizzazione di questi prodotti rendendoli un’icona senza tempo più attuale che mai. Gli orologi dei marchi più blasonati sono divenuti oggetti di desiderio per milioni di persone e gli influencers hanno indubbiamente contribuito alla diffusione di tali contenuti, facendone aumentare il prezzo nel tempo.

Il dubbio che questi aumenti dei prezzi sia solo momentaneo rimane costante: che sia solamente una bolla destinata ad ‘esplodere’? Cosa ne pensi? Quale sarà il futuro di questo mercato nei prossimi anni? Faccelo sapere nei commenti!

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter