Quali sono le 5 nazionali più “care” dell’Europeo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Le squadre nazionali più costose degli Europei

Gli europei di calcio e le grandi competizioni internazionali sono sempre una roulette per i valori dei calciatori, che con qualche partita buona in rappresentanza della propria nazionale possono vedere il prezzo del proprio cartellino aumentare a dismisura e mettersi in mostra per ottenere nuovi contratti milionari.

Certo il momento per i club non è il più roseo, con la crisi legata al Covid che ha colpito duramente il mondo del calcio. Secondo l’ultimo report Fifa, durante il 2020 le trattative sono crollate in modo drastico, con una crisi di liquidità che ha di fatto bloccato il mercato.

Il valore dei calciatori, tuttavia, almeno sulla carta ancora non è calato. Ricordiamo che il cartellino di un atleta per i club è considerato come un asset da inserire a bilancio, per questo motivo molti club guarderanno agli Europei come un’opportunità per fare operazioni in entrata o in uscita, per sistemare lacune tecniche o di bilancio. Ma ai nastri di partenza quali sono le nazionali che hanno nella propria lista dei convocati i giocatori più valutati. Andiamo qui a proporvi la classifica servendoci dei dati di transfermarket.com.

1) Inghilterra: 1270 milioni

Al primo posto si trova l’Inghilterra che dietro alla bandiera Harry Kane (asso della squadra valutato 120 milioni) si porta uno stuolo di ali e trequartisti giovanissimi e super valutati, tutti protagonisti dell’ultimo campionato. Sancho (Borussia Dortmund, 21 anni, 100 milioni), Rashford (Manchester United, 23, 85 milioni), Foden (Manchester City, 21 anni, 80 Milioni), il fresco campione d’Europa Mount (Chelsea, 22 anni, 75 milioni), Saka (Arsenal, 21 anni 60 milioni). Nel calcio moderno i giovani crack raggiungono immediatamente un valore impressionante. A completare questo incredibile pacchetto offensivo troviamo i “vecchietti: Sterling (Manchester City, 26 anni, 75 milioni) e Grealish (Aston Villa, 25 anni, 60 milioni). Insomma il tecnico southgate avrà l’imbarazzo della scelta in quella che è una nazionale che ha serie possibilità di aprire un ciclo per il futuro. Oltre al terzo portiere Jhonston, il giocatore meno valutato della squadra è l’esterno rivelazione dello scorso mondiale Trippier, in forza all’Atletico Madrid e valutato ben 20 milioni. Veramente una rosa impressionante per una squadra che ha solo 25 anni di media.

2) Francia: 1030 miliardi

In cima alla classifica, anche se ben distanziata dall’Inghilterra, non poteva mancare la Francia campione del mondo che si presenta all’Europeo con un mix di giocatori giovani ed esperti (media quasi 28 anni). Mbappe (22) è il giocatore più quotato a livello mondiale, la stella del PSG vale 160 milioni. Dietro di lui una serie di giocatori già protagonisti del mondiale: Varane (Real Madrid, 70 milioni), l’ex juventino Coman (24 anni, 60 milioni), Griezmann (30 anni, 60 milioni), Pogba (Manchester United, 28 anni, 60 milioni), il campione d’Europa Kante (Chelsea, 55 milioni) e Dembele (Barcellona, 24 anni 50 milioni). Da segnalare i due giovani e stravalutati difensori Kounde (Siviglia, 22 anni, 60 milioni) e Kimbempe (PSG, 25 anni, 40, milioni), oltre al ritorno in nazionale di Karim Benzema (Real Madrid, 25 milioni). In rosa anche lo juventino Rabiot, valutato 30 milioni. Senza dubbio, anche per l’esperienza della rosa, la Franca parte favorita per la vittoria finale.

3) Germania 936 milioni

La nazionale tedesca, apparsa stanca nelle partite che hanno preceduto l’Europeo è costruita sul blocco del Bayern Monaco e del Chelsea campione d’Europa. Dalla squadra bavarese arrivano Kimmich (90 milioni), Goretzka (70 milioni), Gnabry (70 milioni), Sane (60 milioni), Muisiala (38 milioni), Sule (35 milioni), oltre ai veterani Muller e Neuer.  Dal Chelsea del tedesco Tuchel arrivano Haveretz (70) e Werner (60), oltre al difensore Antonio Rudiger (38 milioni).

4) Spagna: 915 milioni

Fuori dal podio troviamo la Spagna. Le roja spera di aprire un nuovo ciclo: sono ormai pochissimi i giocatori protagonisti della scorsa decade a essere ancora in sella. Il giocatore più valutato è Marcos Llorente, protagonista dell’ultimo scudetto dell’Atletico Madrid, valutato 80 milioni. Segue Oyarzabal, la stella del Real Sociedad (70 milioni). Continuano la classifica due giovani centrocampisti che sono stati nella scorsa stagione al centro del gioco di Manchester City e Barcellona, Rodri (70) e Pedri (70). L’esperto Koke, valutato 60 milioni, rappresenta la vecchia guardia con Busquets, Jordi Alba e Thiago Alcantara. Ferran Torres la giovane ala del City e Pau Torres, il centrale protagonista della vittoria dell’Europa League del Villareal, sono entrambi valutati 50 milioni. A guidare l’attacco lo juventino Morata è valutato 45 milioni.

5) Portogallo: 875 milioni

I vincitori dell’ultimo Europeo si presentano con una squadra di tutto rispetto. A guidarla Bruno Fernandes, vecchia conoscenza del campionato italiano che ha chiuso quest’anno una stagione da urlo con Il Manchester United, che gli è valsa una valutazione di 90 milioni. A seguire Joao Felix, la stellina dell’Atletico Madrid valutata 80 milioni. Avrà un ruolo centrale il blocco del Manchester City con Ruben Dias (75), Bernardo Silva (70) , Joao Cancelo (55), infine sua maestà Cristiano Ronaldo (45). Con questi giocatori i portoghesi partono sicuramente con una chance di poter vincere il trofeo di nuovo.

6) Italia: 771 milioni

L’Italia si presenta ai blocchi di partenza con una squadra giovane e ancora imbattuta. Il giocatore che vale di più è Barella, che dopo la stagione da urlo con Conte si è guadagnato una valutazione di 65 milioni. A seguire è il giovane compagno di squadra Bastoni (60 milioni), una delle scoperte del CT Mancini che ha puntato su di lui sin da subito. Donnarumma, il portiere ancora senza squadra, vale 60 milioni come Chiesa, una delle note più positive dell’ultima stagione della Juventus. Seguono Verratti (55), Insigne (48), Jorginho (40) e Pellegrini (40).

A completare la classifica:

  1. Belgio – 669 milioni
  2. Olanda – 607 milioni
  3. Croazia – 375 milioni
  4. Turchia – 325 milioni
  5. Austria – 320 milioni
  6. Danimarca – 310 milioni
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter