Ecco quanto costa il Festival di Sanremo

Quanto costa sanremo
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Il Festival di Sanremo è l’evento televisivo che vale di più per la tv italiana. Come il Superbowl negli Stati Uniti o il Tour de France in Francia è uno degli appuntamenti che attira gli introiti pubblicitari più grandi, ma i costi della kermesse canora, nata nel 1951, creano da sempre polemiche. Abbiamo cercato di capire quanto costa e quanto fa guadagnare il Festival della canzone italiana.

Il Festival conviene

Le cifre diffuse dalla Rai riguardano il budget messo a disposizione dalla tv di Stato, ma anche le entrate che derivano dalla kermesse. Da anni i vertici dell’azienda spiegano che le cifre investite, quest’anno saranno 17milioni e 400mila euro, sono ampiamente coperti dagli introiti che, anzi, vengono poi utilizzati per realizzare altre produzioni Rai durante l’anno. La pandemia da Covid-19 ha provocato una contrazione dei ricavi, ampiamente prevista, che ha costretto l’azienda a ridurre anche l’investimento che nel 2020 era stato di più di 18 milioni di euro. Insomma c’è stata una riduzione di circa 600mila euro. Dentro questi importi ci sono sia i compensi di ospiti e conduttori, sia i 5milioni di euro che la Rai versa ogni anno al Comune di Sanremo per la convenzione che permette di trasmettere e organizzare il Festival dalla “città dei fiori”.

I ricavi, come dicevamo, si sono ridotti: sia perché non ci può essere il pubblico e quindi non sono stati venduti i biglietti, sia perché perché le entrate pubblicitarie legate agli eventi esterni alla manifestazione in sé si sono pressoché azzerati. Ad esempio la collaborazione con Ferrero, che l’anno scorso aveva organizzato in piazza il “Nutella Stage”, non è stata possibile perché sono vietati gli assembramenti. Lo stesso vale per Costa Crociere. La Rai si aspetta che rispetto al record degli oltre 37 milioni di euro di ricavi del 2020, si torni ai 27 milioni di euro realizzati nelle edizioni 2017 e 2018. Se i numeri saranno confermati a consuntivo ci sarà comunque un saldo positivo di circa 10 milioni di euro.

Quanto vale la pubblicità di Sanremo

Anche per coprire i mancati ricavi derivanti dagli eventi in presenza e dai biglietti, Rai Pubblicità ha alzato il costo degli spazi pubblicitari per gli spot durante le puntate del Festival. Un aumento che si aggira attorno al 9%, ma che non ha spaventato molte aziende che vogliono apparire in uno degli eventi più visti della tv italiana. Il listino prezzi è abbastanza chiaro. Far andare in onda uno spot nella fascia più importante, quella attorno alle 21.45, della serata inaugurale e della finalissima di sabato costa 226mila euro. Lo stesso orario, ma nelle altre serate si ferma a 176mila euro, mentre una pubblicità da 30 secondi dopo l’una di notte costa 13mila e 600 euro.

Quanto guadagnano i cantanti

Per i cantanti in gara al Festival di Sanremo non è previsto nessun cachet, ma ognuno ha a disposizione 48mila euro di rimborso spese. Invece gli “ospiti musicali” hanno ciascuno un incasso differenziato che viene contrattato dagli agenti. I cachet di Achille Lauro, quest’anno, o Tiziano Ferro, l’anno scorso, ospiti fissi, non sono stati resi noti, ma per farsi un’idea nel 2010 Jennifer Lopez prese 800mila euro per una serata. I “superospiti”, come il premio Oscar Roberto Benigni che prese 250mila euro (devoluti in beneficenza) per 30 minuti, ottengono invece cifre elevatissime: nel 2006 la moglie di Francesco Totti, Ilary Blasi, prese 500 mila euro, Michelle Hunziker nel 2007, al fianco di Pippo Baudo, prese poco meno di un milione di euro. Fecero scandalo i 90mila euro che nel 2006 si prese il campione di boxe, Mike Tyson, per farsi intervistare dal conduttore Paolo Bonolis.

Il cachet dei conduttori

Il direttore artistico Amadeus prenderà tra i 500 e i 600mila euro perché oltre alla conduzione nei mesi scorsi si è occupato di guidare l’organizzazione dell’appuntamento e la selezione dei cantanti in gara e degli ospiti. Il suo amico e “spalla” Fiorello invece guadagnerà circa 50mila euro a serata, secondo indiscrezioni, per un totale di circa 250mila euro. Cifre simili le otterrà anche l’attaccante del Milan, Zlatan Ibrahimovic che però mercoledì sera si è “solo” collegato a distanza perché, anche se infortunato, ha seguito la sua squadra nel match contro l’Udinese. Le figure femminili che accompagneranno ogni serata, dalla cantante Elodie, passando per l’attrice Matilda De Angelis, fino ad arrivare alla giornalista Barbara Palombelli, dovrebbero prendere invece “appena” 25mila euro per ogni serata per il ruolo di co-conduttrice.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter