Queste sono le aziende italiane con piu dipendenti

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram

Nell’immaginario collettivo, quando si parla di grandi aziende, la prime a venirci in mente sono sicuramente quelle americane o asiatiche. Questo perché la loro popolarità è riuscita con il tempo a scavalcare i confini, sia per la riconoscibilità del brand, sia per il numero di dipendenti e filiali in giro per il mondo.

Al contrario le grandi aziende italiane sono in numero molto ridotto. Uno dei principali motivi per cui l’Italia non ha questa queste tipologie di aziende è perché il nostro paese si sostenta principalmente delle PMI (piccole medie imprese). In effetti le aziende medio-piccole sono la forza motrice italiana: le aziende definite ‘grandi’ sul nostro territorio (ovvero con almeno 250 dipendenti) sono circa lo 0,1% del totale eppure in questa piccola percentuale sono racchiusi quasi 4 milioni di italiani su circa 17 milioni di dipendenti totali nel settore privato.

Queste sono le aziende italiane con maggior numero di dipendenti attualmente:

  • Poste Italiane è sicuramente la più grande azienda (statale) del nostro paese, con circa 129.000 dipendenti e più di 12.700 uffici postali sparsi nei vari comuni italiani;
  • Al secondo posto troviamo le Ferrovie dello Stato con 81.400 ca. dipendenti;
  • Intesa San Paolo al terzo posto con 76.000 dipendenti ca;
  • Enel al quarto posto con ca. 67.000 dipendenti;
  • Edizione (holding finanziaria controllata dalla famiglia Benetton) occupa il quinto posto con 57.000 dipendenti ca;
  • Leonardo al sesto posto con circa 50.000 dipendenti;
  • Telecom Italia al settimo posto con circa 49.000 dipendenti;
  • All’ottavo posto troviamo Almaviva (azienda che opera nelle tecnologie dell’informazione) con 46.000 dipendenti ca;
  • Il nono posto è occupato dal gruppo Calzedonia con circa 38.000 dipendenti;
  • Al decimo posto troviamo infine FCA Italy (Stellantis) con circa con 37.000 dipendenti.

Quali altre aziende credi stiano occupando i posto successivi in classifica? Facci sapere la Tua nei commenti!

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter