Rio De Janeiro inserisce l’1% delle riserve in Bitcoin

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Il sindaco di Rio de Janeiro Eduardo Paes ha annunciato giovedì che la seconda città più popolosa del Brasile metterà l’1% dei fondi del tesoro cittadino in Bitcoin, la più grande criptovaluta del mondo.

Secondo il sindaco, Rio de Janeiro comincerebbe presto ad accettare le tasse in Bitcoin. La città ha seguito le orme di Miami. Il sindaco di Miami Francis Suarez ha condiviso i suoi pensieri sulla decisione Bitcoin di Rio de Janeiro.

Mentre Miami si è posizionata come il centro delle criptovalute degli Stati Uniti, Rio mira a diventare l’hub sudamericano per l’industria degli asset digitali, Paes ha affermato:

“Rio de Janeiro ha tutte le carte in regola per diventare la capitale tecnologica del Sud America. Eventi come la Rio Innovation Week rafforzano l’immagine della città come luogo perfetto per lavorare, vivere e innovare”.

Secondo Eduardo Paes, come pubblicato dalla città di Rio , questo collegamento con Miami è importante in un mondo di città globali. In questo modo, ha lasciato intendere di aver seguito il movimento di adozione di Bitcoin realizzato dalla grande città degli Stati Uniti, che continua a crescere e ha persino una propria criptovaluta, MiamiCoin .

“Il mondo di oggi ruota molto di più attorno a una rete di città, le cosiddette città globali. Miami e Rio sono città globali, attraggono persone, funzioni e organizzazioni. Questo dialogo internazionale è molto importante”.

Suarez ha aggiunto che eventi come la settimana dell’innovazione di Rio sono cruciali per rafforzare il ruolo della città brasiliana come hub globale.

Suarez ha detto:

Abbiamo creato uno tsunami di opportunità. Molte città negli Stati Uniti stavano aumentando le tasse e noi le abbiamo abbassate. Abbiamo capito che potevamo essere all’avanguardia nell’innovazione e abbiamo invitato qui i creatori.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter