Super Mario per Nintendo 64 va all’asta per 1,5 milioni di dollari

Super mario 64
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Una copia sigillata del videogioco Super Mario 64 è stata venduta all’asta per oltre 1,5 milioni di dollari, infrangendo ogni record e aprendo un nuovo capitolo nel mondo dei videogiochi da collezione. La “cartuccia”, così venivano chiamati i dischetti di plastica nel quale erano contenuti i giochi del Nintendo 64, risale al 1996 ed è stata un titolo di lancio per la console, una delle prime piattaforme 3D, antenata delle moderne console. Secondo la casa d’aste che ha gestito la vendita ci sono “meno di cinque” copie in così buone condizioni.

La settimana scorsa una copia originale di Legend of Zelda per la console Nintendo Entertainment System (NES) è stata venduta per $870.000. I due giochi hanno assunto un valore così alto sulla scia del sempre maggiore interesse per i collezionisti verso l’epoca degli albori della tecnologia ad ampio consumo (tra gli anni ’80 e gli anni ’90). Un trend che coinvolge anche alcuni oggetti iconici di quel periodo, come le carte collezionabili Pokémon.

Come si fa a capire quanto vale qualcosa?

Se avete in soffitta qualche vecchio videogioco potreste dunque sedere su una fortuna. Ma come si spiega una valutazione del genere? La cartuccia di Super Mario 64 è stata classificata dalla società di videogiochi Wata con un punteggio di 9,8 A, il che significa che è in condizioni quasi perfette e il suo sigillo è intatto e “come nuovo”.

Avere un punteggio così alto aggiunge un livello di rarità ulteriore. Per rendere l’idea un’altra copia di Super Mario 64 nella stessa asta con una valutazione di 9,6 A è stata venduta per soli $13.200. Non ci vuole molto a capire che non appena le condizioni si allontanano anche  di poco dal punteggio perfetto il valore scende rapidamente verso lo 0.

Una seconda determinante del prezzo è la natura del gioco. Super Mario 64 è stato il gioco più venduto per il sistema Nintendo 64 ed è ampiamente considerato un gioco che ha segnato la storia dei videogiochi. Si tratta del primo gioco di Mario in 3D, un’evoluzione rispetto agli originali episodi a scorrimento laterale bidimensionale.

Anche Heritage Auctions, la società che ha gestito la vendita, è stata colta di sorpresa dall’enorme prezzo che alla fine ha attirato. Prima dell’asta, gran parte dell’attenzione era stata rivolta alla rara cartuccia di Zelda. La copia di The Legend of Zelda del 1988, con un rating di 9.0A, è stato il primo gioco della storica serie ed è diventato uno dei più acclamati dalla critica dell’intero catalogo Nintendo.

Ci si aspettava che raggiungesse un prezzo elevato perché questa copia apparteneva a una prima serie di produzione, rendendola una delle prime mai realizzate ad esistere ancora.  Molti hanno espresso sorpresa per il fatto che la cartuccia di Mario, che ha venduto milioni e milioni di copie, sia stata venduta a così tanto. 

Quello che è certo è che i collezionabili legati al mondo dei videogiochi stanno raggiungendo prezzi sempre più alti, portando alcuni a chiedersi se il mercato sia eccessivamente in una bolla. L’asta da record di questa settimana ha visto una vasta gamma di giochi da collezione andare a prezzi elevati: una copia di Final Fantasy III per Super Nintendo è stata venduta per $ 96.000, così come una copia di Zelda: A Link to the Past.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter