Tassa minima sulle aziende uguale in tutto il mondo by Joe Biden

tassa sulle aziende
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Il Presidente degli Stati Uniti d’America, Joe Biden e la sua amministrazione, sono convinti che aumentare la tassazione e quindi le imposte alle aziende (soprattutto per le multinazionali) operanti sia sul territorio americano che non, potrebbe velocizzare la ripresa dalla pandemia. Questa proposta verrà ufficializzata al prossimo G20, ma già da qualche settimana, i principali leader del mondo hanno portato le mani avanti, esponendo il proprio pensiero a riguardo.

Chiaramente l’obiettivo sarebbe quello di estendere tale tassazione, non solo alle imprese americane ma a livello globale: facendo sì, che non ci siano paesi che offrano tassazioni più basse rispetto ad altri, evitando di attirare imprese che possano scegliere un determinato paese per favorire delle tassazioni competitive. In un certo modo, si starebbe cercando di eliminare tutti i cosiddetti ‘paradisi fiscali’, ovvero quei paesi in cui per propria normativa, dispongono di tassazioni per le imprese e persone, minori rispetto alle altre, favorendo così l’apertura di conti e/o delle aziende stesse sui loro territori nazionali. Tali caratteristiche consentono a tali ‘paradisi fiscali’ di favorire più semplicemente il riciclaggio e l’evasione fiscale, inoltre l’alta recessività alla cooperazione internazionale di tali paesi, spesso comporta la mancata cooperazione anche in ambiti istituzionali che finanziari.

Quali sono le intenzioni di Biden?

Insomma, la ‘tassa minima globale’, sarà sicuramente uno degli argomenti più importanti e sentiti tra gli altri sull’ambiente, argomento Coronavirus e le energie rinnovabili. Sebbene l’ex presidente Donal Trump, avesse fatto proprio del taglio per le imprese il suo ‘cavallo da battaglia’ durante gli ultimi anni, portando la tassazione dal 35 al 21%, Joe Biden insieme alla sua amministrazione, vorrebbe riportare l’aliquota al 28% e che sia chiaramente globale, quindi generalizzata per tutti.

Sicuramente Biden gode dell’appoggio di molti leader che seguono il suo partito politico e le sue idee, però rimane pur sempre l’incognita del perché effettivamente si debba portare la tassazione delle imprese ad una percentuale generalizzata: servirà effettivamente per il rialzo dell’economia globale? Wall Street sembra rispondere di sì, poiché dopo aver toccato i massimi storici di rialzo nei primi mesi del 2021, il sentimento positivista sembrerebbe contagiare anche il resto del continente. D’altro canto però molti leader, tra cui alcuni europei, si chiedono se non sia un’iniziativa che in qualche modo favorirà trasversalmente l’economia americana.

E te cosa ne pensi? La mossa del presidente Joe Biden è così innocua come egli stesso la presenta oppure è sinonimo di un’azione mirata nei propri interessi? Faccelo sapere nei commenti!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter